STAFF

FEDERICA ORZATI - PRESIDENTE
[Socio Fondatore]

 

Nel 2010 decido di partire per il Sud-Est Asiatico dove mi innamoro della dolce povertà dei suoi paesi, specialmente della magica Cambogia. Inizio a comprendere quante "voci senza suono" esistono nel mondo. Persone che stentano a sopravvivere, che tirano avanti, nascoste in degli angoli di mondo di cui a malapena abbiamo sentito parlare. Sento così il bisogno di aiutare gli altri e, al mio ritorno in Italia, decido di prestare volontariato all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Dopodiché ho scelto di intraprendere un'esperienza di volontariato da Madre Teresa a Calcutta, e successivamente ho continuato a viaggiare e a prestare volontariato in moltissimi paesi del mondo. Ho carpito i vari aspetti positivi e negativi delle organizzazioni internazionali, realizzando che avevo bisogno di crearne una mia, che fosse in linea con i miei valori e perseguisse la mia mission.

Non posso stare troppo a lungo lontano dai miei bambini, e oltre a coloro che ho già conosciuto cerco di trovarne sempre di nuovi, che potrebbero usufruire del nostro aiuto. Ecco perché ho organizzato la mia vita in modo tale da poter gestire la mia passione nel modo migliore, ed essere sempre presente sul territorio per organizzare donazioni e attività.  

 

CLAUDIA ZINI - VICEPRESIDENTE
[Socio Fondatore]

 

Fin da quando ricordo ho sempre cercato di essere un sostegno per le persone meno fortunate di me. Il fatto di essere nata in mezzo agli agi e all'amore della mia famiglia ha sviluppato in me il desiderio di poter condividere affetto e gioia con chi non ha conosciuto mai questi sentimenti. 
Così, da giovane, ho fatto molte esperienze con bambini disabili, ed in seguito sostenuto molte ONLUS con le adozioni a distanza. 
Ma era ancora poco e pian piano si è fatta strada nel mio cuore l'idea di fondare una ONLUS con la mia amica Karine.
L'idea era quella di creare qualcosa per poter essere d'aiuto concreto a bambini e donne vittime di abusi.

Ci eravamo date 5 anni di tempo. Poi, magicamente, l'incontro con Federica ci ha permesso di realizzare fin da subito questo progetto insieme a lei. Il suo entusiasmo contagioso e la sua esperienza mi hanno conquistata immediatamente e poter partecipare alle nascita di SOHO, farne parte, contribuire, hanno finalmente dato un senso a quella che è sempre stata la mia mission: ridare sorrisi e serenità ai bambini, vederli crescere al sicuro con la gioia di vivere e cercare di assicurargli un futuro. 
 

PIETRO NASTASI - RESPONSABILE AMMINISTRATIVO
[Socio Fondatore]

 

Sono nato in un piccolo paese della Sicilia Occidentale, in uno di quei luoghi dove i problemi del resto del mondo sembrano troppo lontani per suscitare interesse. Nel 1989 partecipo come assistente ad un campo per bambini disabili. L'esperienza rappresenterà per me l'inizio di un attivismo sociale che mi farà specializzare nell'organizzazione, nella gestione e nella direzione di eventi per bambini con disabilità sociale e fisica. Nel 2003, con l'aiuto di molti amici, realizzo un CD con musica di ragazzi diversamente abili. Nel 2004 sono propositore di una raccolta che porterà alla realizzazione di una piccola scuola per bambine, e di un piccolo centro nutrizionale in Congo. Nello stesso anno partecipo attivamente alla raccolta fondi per la costruzione di un centro specializzato in cardiopatie infantili in Perù e avvio una campagna di sensibilizzazione per il tema dei bambini soldato. Nel 2002 la mia passione per i fuoristrada e per il deserto mi porta in Nord Africa dove tocco con mano la difficile situazione dei bambini del deserto. Negli anni successivi organizzo delle donazioni di giochi e materiale scolastico per scuole e comunità con lo scopo di donare un sorriso a quei bambini che avevo visto così da vicino. Nel 2013, durante la preparazione di un viaggio in Thailandia, conosco Federica Orzati, una viaggiatrice e sognatrice che scuote il mio entusiasmo e mi coinvolge nel progetto SOHO. 

KARINE DE SOUZA - RESPONSABILE BRASILE
[Socio Fondatore]

 

Sono nata nella città più bella del mondo: Rio de Janeiro (Basile). E, da subito, ho vissuto la povertà sulla mia pelle. Venivo da una famiglia benestante, da parte di padre, e molto povera (proveniente da una favela) da parte di madre, la quale ha vissuto i peggiori maltrattamenti psicologici immaginabili per una donna. Questo contrasto mi ha segnata sin dalla prima infanzia. Mia madre ha sempre raccontato il dolore della povertà, e io ho potuto viverla e toccarla tramite le sue storie. E' cresciuta in un orfanotrofio con le sue sorelle, sin dalla nascita. Oggigiorno loro coordinano una equipe di volontari che si prendono cura dei 502 bambini dell'orfanotrofio dove sono cresciute, a Rio de Janeiro. Questo mio background mi ha sempre portata a voler dare amore e contributo. Sono poi migrata in Italia e ho, mio malgrado, conosciuto la violenza fisica e psicologica sulle donne. Questa brutta esperienza mi ha dato la forza di voler aiutare donne a bambini ad evitare povertà e violenza. Nasce così la mia voglia di creare una Onlus non solo per aiutare i paesi più bisognosi, ma agire anche in Italia, dove molte donne non hanno ancora trovato la forza di parlare delle violenze subite, spesso andando avanti da sole con dei figli a carico. Dal 2010 organizzo diversi tornei di basket coinvolgendo VIP, giocatori, gente dello spettacolo, per raccogliere fondi per il terremoto ad Haiti, poi successivamente per quello in Emilia Romagna, e per i bambini in Africa. Ho anche svolto in prima persona volontariato in Emilia Romagna durante il terremoto.
Ho due figli meravigliosi: Noemi ed Ernesto, che mi hanno fatto capire il vero significato dell'amore, della maternità e della condivisione. E questa è infatti la mia mission: essere strumento d'amore, serenità e gioia con la benedizione di Dio. Grazie a SOHO il sogno sta diventando realtà: per me e per i miei figli.   

FRANCESCA LAI - RESPONSABILE RISORSE UMANE GESTIONE AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA

 

Da sempre penso che donare il proprio tempo per fare del volontariato, sia uno degli investimenti emotivi più grandi che una persona possa fare. Questo pensiero ha avuto grande peso sulla scelta dei miei studi. Alcuni anni fa, infatti, decido di iscrivermi al corso di laurea in Medicina e Chirurgia. E' proprio in questo periodo che mi avvicino a piccoli passi a chi ha più bisogno. Comincio con il sostegno a distanza di alcune ONLUS che si occupano di bambini ricoverati presso reparti pediatrici e con patologie rare e successivamente presto volontariato all'Ospedale Microcitemico di Cagliari. Il tempo passa, i miei studi procedono e mi rendo conto che anche l'idea di come voler sostenere queste persone inizi a cambiare. Nelson Mandela diceva "non ho alcun dubbio, i bambini sono la parte più vulnerabile della società. Per questo voglio rimarcare l'importanza di avere progetti concreti volti ad eliminare la povertà". Queste parole descrivono appieno la mia idea di mission che è in linea con quella di SOHO. Aiutare il prossimo in modo concreto mettendoci il cuore.  

 

SARA PORTARENA - RESPONSABILE VOLONTARI

 

Mi chiamo Sara, ho 27 anni e sono da sempre innamorata della Vita, ma solo di recente mi sono innamorata anche della Mia Vita. E ciò è avvenuto grazie all'incontro di alcune persone, persone fantastiche, che mi hanno raccolta e portata alla gioia. Persone meravigliose, conosciute per caso, che però mi hanno reso la voglia di sorridere. Persone con cui avrei solo dovuto condividere una parte del mio percorso, e ora sono invece diventate una parte fondamentale della mia vita. Con loro ho riscoperto la felicità, e ho anche profondamente capito che la felicità non è un qualcosa di concreto, non è un insieme di oggetti, e non è una meta da raggiungere... La felicità va trovata solo intorno a noi, e ci viene continuamente data dalle persone che ci circondano... Il segreto è non perdersi nella routine della vita, ma osservare gli sguardi delle persone, i sorrisi casuali e di cortesia, le mani tese, i passi degli anziani e quelli dei bambini...
il segreto è solo questo...
E visto che la felicità è fatta dalle persone, ho deciso che anche io volevo essere una di quelle persone...
Ho iniziato il volontariato con Altromercato, mi sono avvicinata ad associazioni ed ho frequentato corsi. Poi, sempre casualmente, ho conosciuto Claudia Zini, e SOHO, ed è stato come sentirsi a casa... entrare in una famiglia... persone stupende e dinamiche, con grandi idee e tanta forza di volontà per trasformare i propositi in fatti, in edifici, in sorrisi, speranze e futuro per gli altri.

NICOLA MORANDIN - SOCIAL & COMUNICAZIONE

 

Mi chiamo Nicola e mi occupo della gestione dei social per SOHO. Fin da bambino son sempre stato incuriosito dal mondo del volontariato e dalla possibilità di donare il mio tempo a favore di chi ha bisogno ed è meno fortunato di me. La varie esperienze prima di animatore, poi di allenatore, ed infine di volontario, mi hanno insegnato molto. Da queste ho imparato che la vita è un gran dono e che più siamo disposti a dare, più riceveremo. Da due anni sostengo, tramite donazioni a distanza, un centro per la cura di bambini malnutriti in Bolivia. Con SOHO voglio dare una mano concreta nel migliorare le condizioni di vita di chi chiede aiuto, attraverso la ricerca di finanziamenti necessari alla creazione e al mantenimento di strutture che si prendono cura di famiglie bisognose in Ghana, Thailandia e Brasile.  

ALICE BRUNORO - RESPONSABILE THAILANDIA

 

Mi chiamo Alice, ho 22 anni. Studio psicologia a Padova e da sempre ho cercato di fare qualcosa per chi è meno fortunato di me. 
Ho deciso di collaborare con SOHO a seguito della mia esperienza diretta come volontaria in Thailandia, dove ho potuto vedere con i miei occhi la situazione di un paese che sembra crollare su se stesso, dove ognuno pensa solo al proprio profitto. Vittime di questo sistema sono in primis i bambini i quali, invece di ricevere le attenzioni primarie di cui necessitano, molto spesso sono vittime di violenza o di totale noncuranza da parte dei genitori, sempre che questi genitori esistano. Vivere in Thailandia un mese mi ha fatto capire che c'è molto lavoro da fare e che ognuno può mettersi in gioco per cambiare le cose, con lo spirito giusto, spirito che SOHO ha in abbondanza. 

 

 

CARLOTTA FIUMARA - RESPONSABILE LEGALE E RISORSE UMANE

 

Mi ha sempre fatto riflettere molto l’idea che il “Destino” ti conceda la nascita in un paese in pace e prospero o in un angolo di mondo travagliato e indigente senza alcun merito, solo per una questione di fortuna. Questo pensiero mi ha sempre spinto a guardare oltre al mio piccolo mondo, al punto che da tantissimo tempo il mio sogno è quello di poter dedicare tutta la mia vita e la mia professionalità al no profit, a realtà che si occupino di persone indigenti e animali in difficoltà.

E’ per questo motivo che, da sempre, opero come volontaria per varie associazioni a tutela delle persone senza una casa, dei bambini, di uomini e donne senza diritti, degli animali abbandonati.

Nel 2006 decido addirittura, dopo vari anni di lavoro come avvocato, di frequentare un Master SDA di gestione delle aziende no profit che potesse darmi le basi per poter operare ed essere di aiuto al complesso mondo del Terzo Settore nel modo più efficace e adeguato. Ed in tutte le mie esperienze professionali, ho sempre provato caparbiamente a determinare un cambiamento, una piccola evoluzione della situazione in cui mi trovavo ad agire.

Sono profondamente convinta che aiutare chi si trova in una situazione meno fortunata, provare a mutare il nostro mondo imperfetto sia “il” significato dell’essere “umano”, ciò che consente ad ognuno di poter diventare sul serio utile.

Dopo vari anni trascorsi a Milano e a Roma, il ritorno a Bologna ha coinciso con l’incontro casuale e bellissimo con Claudia Zini e con il sogno e la realtà concreta di SOHO.

Le scintille di Felicità che SOHO persegue con grande tenacia mi hanno conquistato: aiutare i bambini ad avere un futuro migliore, costruire per loro progetti tangibili e seguirli passo dopo passo con un sorriso e la forza di chi sa bene quanto ogni  “goccia del mare” possa essere importante. Ecco, tutto questo mi hanno fatto capire che avrei voluto aiutare SOHO e far parte di tutti i suoi progetti pieni di passione e concretezza.

 

YLENIA LAZZARINI - RESPONSABLE GHANA

 

Ho intrapreso la strada del volontariato all’età di 19 anni. Avevo deciso di prendermi un anno di pausa dagli studi per riflettere bene cosa avrei voluto farne della mia vita. Fino a quel momento avevo solo un sogno:diventare avvocato. Presto l’ho abbandonato e sono partita per l’Etiopia prestando servizio in un centro di ragazzi di strada. Quell’esperienza ha letteralmente cambiato la mia vita. Il mio desiderio, ormai, era quello di entrare a far parte di una Onlus e vedere con i miei stessi occhi le varie dinamiche interne. Dopo un’altra breve esperienza a Calcutta, nei centri di Madre Teresa, sono partita per il Ghana. In quel momento ho conosciuto Soho, una giovane Onlus che mi ha dato la possibilità di concretizzare questa mia passione. Credo fortemente nella nostra mission, la quale rispecchia tutti i miei ideali: poter essere una goccia d’acqua per quei bambini che non hanno avuto le stesse nostre fortune, nella loro giovane vita. Sì, perché se c’è una cosa che ho sempre pensato è che la vita è un dono e chi ha la fortuna di condurla con serenità deve poter essere d’aiuto per gli altri. Ora ho iniziato a studiare Sviluppo e Cooperazione internazionale, sperando che questa sarà davvero la strada del mio futuro.